fullscreenbg

News

SMANTELLARE L’ETERNIT? ECCO COSA FARE:

SMANTELLARE L’ETERNIT? ECCO COSA FARE:

L’amianto, soprannominato “il Killer Silenzioso”, è stato bandito già da venti anni. Se necessitate smantellare eternit, la prima cosa da fare è rivolgersi al comune di residenza per sapere se vi sono incentivi locali per la bonifica. A livello nazionale esistono incentivi legati alla diffusione delle fonti rinnovabili, il cosiddetto “Bonus Eternit“; in tal caso, l’utente può smantellare l’eternit e installare una copertura fotovoltaica ricevendo un sussiduo economico.

Come smantellare l’eternit. Quando si può farne a meno
Non è sempre necessario smantellare l’eternit, infatti, se questo è in buono stato si potrebbero attuare dei trattamenti lasciandolo in loco. Il trattamento consiste con l’aggiunta di incapsulamenti con particolari resine. A decidere se l’amianto può essere incapsulato, è l’ARPAC o l’ASL di competenza.

L’amianto è stato bandito in Italia nel 1992, prima di quell’anno, l’Italia era tra i maggior produttori di Amianto. Il problema dell’Italia è che non vi sono impianti adeguati per lo smaltimento e per questo, il cittadino, al momento della bonifica, deve addossarsi anche i costi per il trasporto: il 75% dell’amianto smantellato in Italia è smaltito all’estero, in impianti del Nord Europa. Così, per smaltire un contenitore di acqua in eternit, di dimensioni medio grandi, il costo è di 800 – 1000 euro. Una cifra salata ma bisogna ricordare che oggi, in Italia, ci sono ancora 2.000 morti all’anno legate all’amianto.

In Italia il CNR ha stimato una quantità di 32 tonnellate di amianto. Nelle abitazioni l’amianto è presente sottoforma di copertura del tetto (lastre di eternit di colore rossastro) ma può trovarsi anche all’interno delle vecchie canne fumarie, nei muri sottoforma di isolante, come costituente dei contenitori dell’acqua o delle stesse tubature.

Come smantellare l’eternit. Quando è necessario
Per smantellare l’eternit bisogna avere l’autorizzazione del comune di residenza. Se per lo smantellamento ci sono numerose misure di sicurezza da prendere mentre per lo smaltimento bisognerà necessariamente affidarsi a una ditta specializzata. A questo indirizzo potete trovare alcuni consigli utili per smantellare l’eternit. Duranti i lavori e quando si sta a contatto con l’eternit, è sempre necessario l’utilizzo di una tuta, maschera e guanti che, dopo l’esposizione, devono essere gettati via tra i rifiuti contenenti amianto.

Come smantellare l’eternit. Cose da non fare

  • Non bisogna affidare l’eternit a ditte non certificate
  • E’ assolutamente vietato disperdere amianto nell’ambiente

Pubblicato da Anna De Simone